Home

lotus art
Lotus Art

Lotus Art ovvero Romualdo Sorte.

Era la primavera inoltrata del 1963 ed avevo 14 anni e mezzo. Come  tutti ragazzi della quella età frequentavo la chiesa, a suon di sberloni, avendo altro per la testa.  In quei giorni di fine Aprile, nei pressi della chiesa del paese c’era un andirivieni di camion, scaricavano e portavano all’interno lunghi tubi di ferro, quelli che servono per innalzare ponteggi provvisori usati solitamente in edilizia. Curioso di sapere a cosa servissero cominciai ogni giorno ad entrare, mi mettevo su una panca e stavo delle ore col naso all’insù, finchè finalmente un giorno vidi un uomo che che scendeva con barattoli e secchio d’acqua, mi vide ma non  disse nulla ed io nemmeno, mi vergognavo a chiedere, fingevo di essere assorto in preghiera. Dopo alcuni giorni, capì che non ero assorto e mi chiese se volevo salire a vedere. Arrivato in cima all’impalcatura rimasi sbalordito, era un pittore e stava dipingendo la volta della cupola 150 mq d’intonaco. C’erano pennelli di tutti i tipi, sacchi sacchetti con colori in polvere, fogli enormi di carta bucherellata e un’atmosfera di calda e mistica beatitudine, un’ emozione tanto forte che non ho mai più riprovato in vita mia.  

E’ così che conobbi l’arte, non quella che si impara sui banchi di scuola, ma quella sul campo.

Il pittore si chiamava EMILIO NEMBRINI. Cominciò ad insegnarmi tutto sui colori, sul disegno, sulla stesura dei colori, sui materiali e come si trasferiva la bozza dell’opera fatta sulla carta sulle pareti da affrescare. Mi sono sentito un privilegiato.

Purtroppo non c’è stato un seguito immediato, per decisioni di famiglia. Ho varcato la soglia dell’arte dopo tanti anni, da quando sono andato in pensione, ma quello che mi ha insegnato Nembrini non me lo sono mai dimenticato.

Sono nato e vivo a Bonate Sopra in provincia di Bergamo, firmo quello che faccio con il nome di Lotus (il nome di un gatto).

Non sono artista ma mi piace pensare di esserlo.

Uso tutti i materiali: matite, matite colorate, carboncino, olio su tela, acrilico, acquarello… utilizzo quello che capita e che mi ispira ed anche la fotografia mi completa. La guida, è l’amore per tutto ciò che è bello.

Ora in questo mio cammino artistico, senza molte pretese ma con tanta passione, sono supportato da una vera artista, una persona speciale ELVEZIA CAVAGNA.

Rividi il pittore Nembrini nel 1990 per caso in un ristorate, un’abbraccio affettuoso. Un personaggio che ha segnato la mia vita. Morì nel 2002

Ecco… tutto qua… questo sono io… buona visione!